CENTRO SHABBY, DÉCOUPAGE E ARTI DECORATIVE PISTOIA NEWS: - - - > ---> IMPORTANTE! PROSSIMI CORSI BASE e SPECIALISTICI DI SHABBY CHIC, RESTAURO, TRASFERIMENTO IMMAGINE, E DECORAZIONE MOBILI, DÉCOUPAGE, PITTURA DECORATIVE PAINTING, SCRAP ART... A PREZZO PROMOZIONALE: Mercoledì 15 marzo 2017, Giovedì 16 marzo 2017 e sabato 18 marzo 2017 dalle ore 16,30 alle ore 19,30 L'ARGOMENTO DEL CORSO E' SCELTO DAL CLIENTE (OPPURE ISPIRATO AI POST DEL BLOG) -. La prenotazione è obbligatoria. ---> PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI PASSATE AL CENTRO SHABBY, DÉCOUPAGE E ARTI DECORATIVE DI PISTOIA, via B. Cellini 19, O INVIATE UNA MAIL a centroshabbypistoia@gmail.com - - - > Sono ANCHE attivi i CORSI PER PROGETTI PERSONALIZZATI infrasettimanali su prenotazione per persona singola o per piccoli gruppi. Il tema dei corsi è a vostra scelta.

lunedì 27 luglio 2009

Dècoupage per l'estate: Lavoriamo sulle tegole (Fase 2)

(Segue dal post precedente)

(Novità! In coda al post troverete l'angolo dei lettori dove oggi pubblichiamo i gioielli di Caterina)

Eccomi di nuovo! Allora, eravamo rimasti alla verniciatura della nostra tegola con due mani di acrilico avorio e al ritaglio dei fiori dal tovagliolo in carta di riso.

Durante l'applicazione del colore avorio
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

A questo punto dobbiamo preparare l’occorrente per sfumare e spugnare la tegola. Il progetto implica di sfumare dalla base della tegola, digradando dal verde prato al giallo pallido, dal rosa pastello al lilla, verso un effetto azzurro cielo. Questo darà un senso al decoro che svilupperemo in verticale. Iniziamo dal prato, versando in un piattino di plastica un poco di acrilico verde foglia, una quantità maggiore di avorio per schiarire, qualche goccia di giallo per correggere la tonalità e del medium ritardante per rallentare l’asciugatura dell’acrilico e favorirne la stesura. Con il pennello mescolate i colori e un poco di medium in modo non omogeneo, poi intingete la spugna grande nel colore che avrete composto. Adesso rilassate il polso e la mano ( se volete potete associare il colore che state maneggiando all’immagine di un prato, di un campo d’erba: questo espediente non solo vi faciliterà il lavoro, ma vi rilasserà e renderà la decorazione più costruttiva e divertente) e passate con leggerezza la spugnetta sulla tegola partendo dal basso verso l’alto. Usate movimenti veloci e piccoli tocchi.

Creazione delle sfumature effetto prato sulla tegola
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Prima che il colore verde sia asciutto, cambiate spugnetta (ricordatevi che se le spugne si caricano eccessivamente di colore, devono essere pulite con una salvietta asciutta) e preparatevi del colore bianco, che servirà insieme al medium per schiarire il colore giallo. Intingete la nuova spugnetta nel giallo pastello che avrete realizzato e proseguite a sfumare senza perdere continuità con il verde. Aggiungete un goccio di rosa al colore e continuate a sfumare verso l’alto.

Le sfumature digradano dal giallo pastello al rosa chiaro
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Ricordatevi che queste aree centrali saranno quelle su cui andrete a incollare i fiori, mentre la base verde sarà quella su cui monterete le foglie e gli steli. Ora non ci resta che sfumare il cielo, incastrando il lilla con il celeste e poi soltanto il celeste e con il bianco (non dimenticatevi di usare il medium insieme ai colori..), sempre sostituendo la spugnetta e immaginandovi, mentre lo create con il colore, un cielo primaverile luminoso e splendente!

In lavorazione, l’effetto cielo sulla tegola
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Nel prossimo post,vi spiegherò come incollare i ritagli del tovagliolo incastonandoli tra loro per creare l’effetto della profondità.
A presto!

Dayla

_______________________________________

L'angolo dei lettori

Questa settimana presentiamo due lavori creativi di Caterina. Si tratta di gioielli artistici creati utilizzando materiali come spaghi e perline in resina colorata, per quanto riguarda la collana, e ciondoli metallici uniti sempre a perline per il portachiavi.
Sono da notare l'esecuzione fantasiosa, unita ad una particolare armonia nella composizione degli oggett,i e il felice accostamento delle sfumature di colore.

Complimenti a Caterina per l'originalità delle sue creazioni!

Cliccare sulle immagini per ingrandirle


Chiunque volesse conoscere più da vicino Caterina e i suoi graziosissimi gioielli potrà collegarsi al suo sito --->www.caterina4.altervista.org per visitare le molte gallerie dedicate ai suoi lavori.

P.S. Chi volesse pubblicare i suoi lavori sul nostro sito ci scriva pure una mail allegando le foto dei lavori e una breve descrizione degli stessi. Le foto saranno valutate e poi messe on line con una breve recensione (nel frattempo ringrazio tutte coloro che già hanno inviato le loro opere. Abbiate pazienza, piano piano le pubblicheremo tutte!)
_________________________________________

Ricordo che il Centro Découpage Pistoia resterà aperto per tutta l'estate, quindi se avete bisogno di qualsiasi cosa, o se vorrete aderire ai corsi personalizzati, non avete che da visitarci a Pistoia, in via Cellini, 19, o scriverci via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure telefonarci al numero 0573-53.30.10.

Sono già pronti gli inviti per il prossimo ciclo di corsi gratuiti che partirà il 5 settembre 2009 (e si concluderà a fine maggio 2010). Potrete passare al Centro a ritirarli (tutti i giorni, escluso la domenica).

Per ordini e prenotazioni online fate riferimento alla "Vetrina dei materiali" sulla colonna di destra (tenendo presente che l'inserimento del catalogo e dei prezzi è ancora in fase di allestimento e che molte pagine saranno completate nel tempo, quindi per ogni chiarimento rivolgetevi a noi via mail o via telefono).

lunedì 20 luglio 2009

Dècoupage per l'estate: Lavoriamo sulle tegole (Fase 1)

(Novità! In coda al post troverete l'angolo dei lettori dove oggi pubblichiamo i lavori di Bea)

(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Care amiche e cari amici,
la tegola è un oggetto, tra i tanti materiali di recupero, che si presta benissimo alla decorazione, sia perché è piacevole utilizzarla come elemento d’arredo (decorativo sulla parete, utile come portalampada), sia perché stimola la fantasia per rappresentarci paesaggi, case in miniatura, composizioni di fiori, frutta e figure (e all’estremo…che ne dite di un tetto tutto colorato!). Allora, vediamo come si decora la nostra tegola. Innanzitutto valutiamo se è deteriorata e antica (di quelle di una volta, fatte a mano e piuttosto rare) o se è una comune tegola industriale. Nel primo caso, dopo un lavaggio blando con acqua e aceto, si deciderà se decorarla soltanto con découpage o a mano libera o se trattarla anche con il colore, in quest’ultimo caso, si preferisce passare la vernice solo nell’area centrale, lasciando in evidenza parte della tegola, con il suo aspetto rustico e irregolare. Se invece abbiamo una comune tegola, (come nel nostro esempio), si preferisce colorarla integralmente.
Per la nostra decorazione floreale (una versione facilitata, in seguito vi farò vedere come si realizzano i paesaggi, sviluppando la prospettiva) ci occorrono, oltre alla tegola:

Cementite all’acqua o aggrappante coprente, colori acrilici per sfumare (in questo caso: avorio, verde foglia, azzurro, lilla, giallo, bianco, rosa, biscotto), medium ritardante, tovaglioli in carta di riso con decori floreali, colla per tovaglioli, pennelli piatti piccoli e medi, spugnette con il manico varie misure, forbicine da decoupage, finitura trasparente lucida, nastro di carta, piatti di plastica, un bicchiere di acqua del rubinetto per i pennelli, salviette.

Il materiale è tutto reperibile al Centro Découpage, in via Cellini, 19 a Pistoia, dove potrete provare i prodotti e avere ulteriori consigli e idee per realizzare i vostri lavori.

La tegola prima della "cura"
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Dopo aver forato la tegola prima di iniziare il lavoro (altrimenti rischierete di sciupare le decorazioni successive), il primo passaggio consiste nella stesura di due mani di cementite all’acqua (o aggrappante coprente) come base per togliere porosità alla tegola, fate asciugare bene e poi passate almeno due mani di colore acrilico avorio che compatterà tutta la superficie della tegola. Nel frattempo cominciare a ritagliare e a sfrangiare i soggetti floreali dal tovagliolo in carta di riso. L’idea è quella di fare un collage di vari tipi di fiori: girasoli, rose, margherite, campanule, peonie…e non dimenticate le farfalle, se vi piacciono. A questo punto, per valorizzare il lavoro e renderlo più dinamico, occorre sfumare con spugnette e colori la nostra tegola verniciata avorio (in questo caso, prima di incollare i ritagli in carta di riso).

La tegola durante l'applicazione della cementite
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Le sfumature di più colori, implicano un poco di abilità nel manovrare le spugnette con movimenti veloci e leggeri e nel sapere schiarire e scurire i colori, cogliendone l’intensità. Per facilitare il lavoro si può mescolare il colore acrilico al medium ritardante. Vedremo tutti i vari passaggi nel prossimo post, dove completeremo la decorazione della tegola entrando nell’affascinante universo del colore!
Scrivetemi pure per chiedere consigli o condividere nuove idee, oppure venitemi a trovare tutti i giorni (esclusa la domenica) al Centro Découpage, in via Cellini 19 a Pistoia, per vedere di persona come poter eseguire i lavori qui descritti.

_________________________________________________________

Per la rubrica L'angolo dei lettori presento oggi due foto di alcuni lavori inviatici da
Bea di Torino.
La cara amica si è cimentata nella lavorazione su legno e come potete vedere ha realizzato su pannello uno sfondo in rilievo usando paste murali. Lo ha poi sapientemente decorato con motivi musicali creando un'atmosfera gradevole e un po' "retrò".

Cliccare sull'immagine per ingrandirla

Per quanto riguarda la prossima immagine si può vedere come un comune vaso di vetro sia stato trasformato da Bea in un nuovo oggetto originale con un effetto antichizzato; questo effetto è stato ottenuto usando semplicemente paste murali e colori e, naturalmente, l'ingrediente principale, e cioè la fantasia...


Un saluto caro a tutti e a presto rileggerci su Delizioso Découpage!

Dayla

P.S. Chi volesse pubblicare i suoi lavori sul nostro sito ci scriva pure una mail allegando le foto dei lavori e una breve descrizione degli stessi. Le foto saranno valutate e poi messe on line con una breve recensione (nel frattempo ringrazio tutte coloro che già hanno inviato le loro opere. Abbiate pazienza, piano piano le pubblicheremo tutte!)
_________________________________________

Ricordo che il Centro Découpage Pistoia resterà aperto per tutta l'estate, quindi se avete bisogno di qualsiasi cosa, o se vorrete aderire ai corsi personalizzati, non avete che da visitarci a Pistoia, in via Cellini, 19, o scriverci via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure telefonarci al numero 0573-53.30.10.

Sono già pronti gli inviti per il prossimo ciclo di corsi gratuiti che partirà il 5 settembre 2009 (e si concluderà a fine maggio 2010). Potrete passare al Centro a ritirarli (tutti i giorni, escluso la domenica).

Per ordini e prenotazioni online fate riferimento alla "Vetrina dei materiali" sulla colonna di destra (tenendo presente che l'inserimento del catalogo e dei prezzi è ancora in fase di allestimento e che molte pagine saranno completate nel tempo, quindi per ogni chiarimento rivolgetevi a noi via mail o via telefono).

venerdì 10 luglio 2009

Découpage in pillole 8 - Decorazioni a stencil su mobili


Cliccare sull'immagine per ingrandirla

Avete un vecchio mobile un po' fuori moda, ma in buone condizioni? La decorazione con stencil si presta bene per rinnovarlo, divertendosi.
In genere questi mobili hanno bisogno di una "rinfrescatina"... quindi ricordatevi di carteggiarlo leggermente e di passarvi la cementite e uno smalto acrilico pastello come base. A questo punto basterà sfumare leggermente il mobile con una spugna e con del colore di una tonalità appena più scura dello sfondo.
Adesso si può passare alla decorazione con lo stencil: se scegliete un motivo floreale con tralci, sarà più facile creare una cornice che ingentilisca il vostro mobile. Inoltre potete selezionare dalla mascherina alcuni particolari e comporre un nuovo elemento decorativo.
Il trucco per un buon risultato con lo stencil è quello di usare la colla riposizionabile per tenere perfettamente aderente la mascherina al supporto. Ricordatevi anche di sfumare le tonalità con spugnette e pennelli specifici, usando pochissimo colore acrilico e senza diluirlo (eviterete antiestetiche sgocciolature di colore!).

Il risultato di queste indicazioni, lo potete osservare
nell'Angolo dei Lettori di questa settimana con la scrivania di Elena:

(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Come potete vedere dai particolari, i colori dello stencil si armonizzano con lo sfondo del mobile. Le sfumature tono su tono di giallo Terra di Siena e giallo chiaro personalizzano la scrivania in un gioco di colori caldi e preziosi.


Grazie Elena per avere condiviso con noi il tuo bel lavoro!

_________________________________________

Ricordo che il Centro Découpage Pistoia resterà aperto per tutta l'estate, quindi se avete bisogno di qualsiasi cosa, o se vorrete aderire ai corsi personalizzati, non avete che da visitarci a Pistoia, in via Cellini, 19, o scriverci via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure telefonarci al numero 0573-53.30.10.

Sono già pronti gli inviti per il prossimo ciclo di corsi gratuiti che partirà il 5 settembre 2009 (e si concluderà a fine maggio 2010). Potrete passare al Centro a ritirarli (tutti i giorni, escluso la domenica).

Per ordini e prenotazioni online fate riferimento alla "Vetrina dei materiali" sulla colonna di destra (tenendo presente che l'inserimento del catalogo e dei prezzi è ancora in fase di allestimento e che molte pagine saranno completate nel tempo, quindi per ogni chiarimento rivolgetevi a noi via mail o via telefono).

lunedì 6 luglio 2009

Découpage per l'estate: Divertiamoci con il cracklé. Il cracklé monocomponente (fase 2)


(segue dal post precedente)

(Novità! In coda al post troverete l'angolo dei lettori dove oggi pubblichiamo la sedia di Beatrice)

Care amiche e cari amici, per un attimo dimenticatevi tutto quello che vi ho raccontato sul cracklé… Questo, perché utilizzando un altro oggetto che non sia un piatto trasparente, dovremo usare la tecnica lavorando con i vari passaggi al contrario, rispetto a quanto già detto, quindi passeremo la vernice direttamente sopra l’oggetto, invece che sul dietro (si creerà prima uno sfondo e poi si applicherà il decoro).

Non preoccupatevi, è tutto più facile di quello che sembra! Considerate che il materiale può essere di vetro (vaso o bottiglia), di metallo (innaffiatoio, brocca, vassoio ecc.), di legno (scatole, bauletti, quadri, piccoli mobili ecc.), plastica, coccio, ceramica, resina, mdf, cartoncino ecc.
Tra i materiali che ci occorrono dobbiamo inserire, oltre a quelli già trattati, anche un aggrappante coprente (da usare come base per favorire l’adesione delle successive mani di vernice e per togliere porosità) e della carta vetrata molto fine (grana 360 e 180).
Rivediamo insieme quello che ci occorre per questa tecnica (potete trovare tutto l’occorrente al centro decoupage in via Cellini 19 a Pistoia): un oggetto grezzo da decorare, cracklé monocomponente, aggrappante coprente, carta vetrata (grana 180 e 360), pennelli piatti di varie misure, spugnetta grande con manico, carta da decoupage stile Vittoriano o tovagliolo in carta di riso con fiori, colla per decoupage o per tovagliolo, , colori acrilici (per iniziare potete fare accostamenti di base come oro o giallo e avorio), vernice protettiva trasparente lucida o opaca, forbicine da decoupage, piatti di plastica in cui versare il colore e naturalmente un bicchiere d’acqua del rubinetto per inumidire i pennelli al bisogno e pulirli prima di riporli.
Come esempio lavoreremo su un cofanetto di legno:

Il cofanetto prima della "cura"
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Per prima cosa carteggiate velocemente (con carta a grana 180) per togliere ruvidezza al legno, poi stendete due mani di aggrappante coprente su tutto il cofanetto (anche all’interno, che finirete solo con il colore e il decoupage) a distanza di circa mezzora l’una dall’altra. Usate un pennello piatto medio. Quando l’oggetto è perfettamente asciutto, passate con mano leggera la carta vetrata fine (con carta a grana 360) su tutta la superficie (questo passaggio è sempre importante per rendere liscio il nostro oggetto). Adesso dovete decidere quale effetto volete ottenere in base ai colori del soggetto della carta e del tovagliolo. Per semplificare possiamo usare un giallo caldo insieme all’avorio che va bene con tutto (usate oro e avorio per un effetto raffinato; colori tono su tono come rosa scuro e rosa chiaro per effetti originali).
Scelti i colori, procedete a stendere due mani di colore, es. giallo caldo, con il pennello medio.
Lasciate asciugare perfettamente, intanto cominciate a tagliare la carta o il tovagliolo da utilizzare per il decoro. E’ ora giunto il momento di stendere una mano abbondante di cracklè usando un pennello piatto asciutto. Lasciate asciugare il lavoro in orizzontale, in modo che il cracklè non sgoccioli. Dopo qualche ora (evitate la tentazione di toccare l’oggetto con le dita per saggiare l’asciugatura…) potete passare il secondo colore, es avorio.
Siamo arrivati alla fase cruciale…concentratevi bene! Se usate la spugnetta grande ricordatevi di passarla velocemente e con mano leggera per evitare l’effetto “timbro”, inzuppandola spesso nel colore e senza sovrapporla al colore che avete già steso. Se usate il pennello (medio o grande) dovete procedere con brevi pennellate per un solo verso senza tornare indietro o sovrapporre il colore. Appena steso, il colore avorio si fessurerà irregolarmente, lasciando scoprire il colore sottostante (in questo caso il giallo caldo). Lasciate asciugare bene e poi procedete all’incollaggio della carta o del tovagliolo (ricordate che se l’effetto vi piace, potete anche non decorarlo ulteriormente, in tal caso finite il lavoro direttamente con due o tre mani vernice trasparente opaca o lucida). Nel caso in cui userete ritagli di tovagliolo in carta di riso, la trasparenza del tovagliolo evidenzierà le fessure, mentre la carta da decoupage le coprirà.
Proteggete il vostro lavoro, all’esterno e all’interno, con alcune mani di vernice trasparente opaca o lucida.

Il cofanetto completato a cracklé
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)


Adesso potete ricordarvi tutto ciò che riguarda il cracklé monocomponente per decorare qualsiasi superficie, dal piatto di vetro al mobile.
Allora, non vi viene voglia di provare anche a voi?


_________________________________________________________

Per la rubrica L'angolo dei lettori presento oggi due foto di un lavoro eseguito da Beatrice (cara amica e frequentatrice dei corsi qui al Centro Découpage).
Si tratta di una sedia di "recupero", quindi restaurata e decorata con découpage pittorico. L'effetto risultante è equilibrato anche nell'esecuzione armoniosa e nell'assemblaggio del decoro.
Brava Beatrice!

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)


Chiunque volesse pubblicare i suoi lavori su Delizioso Découpage (e ricevere sugli stessi anche una breve recensione) è pregato di invarci le foto via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure portarle qui al Centro.

Un saluto a tutti!
Dayla

_________________________________________

Ricordo che il Centro Découpage Pistoia resterà aperto per tutta l'estate, quindi se avete bisogno di qualsiasi cosa, o se vorrete aderire ai corsi personalizzati, non avete che da visitarci a Pistoia, in via Cellini, 19, o scriverci via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure telefonarci al numero 0573-53.30.10.

Sono già pronti gli inviti per il prossimo ciclo di corsi gratuiti che partirà il 5 settembre 2009 (e si concluderà a fine maggio 2010). Potrete passare al Centro a ritirarli (tutti i giorni, escluso la domenica).

mercoledì 1 luglio 2009

Découpage per l'estate: Divertiamoci con il cracklé. Il cracklé monocomponente (fase 1)

(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Care amiche e cari amici, per affrontare l'argomento del cracklé (un effetto decorativo molto gradevole, che implica una fessurazione della vernice con le caratteristiche "crepe" irregolari), vorrei illustrarvi il tipo più facile con un solo componente.
Ci sono due diverse procedure a seconda del tipo di oggetto che andremo a decorare.
Partiamo da un piatto di vetro trasparente.
Ci occorrono, oltre al piatto, naturalmente..., il cracklé monocomponente, pennelli piatti, spugnette con manico, colore acrilico compatibile (sfumature pastello, avorio o bianco, oro), tovaglioli in carta di riso con fiori o figure, colla per tovaglioli, forbicine da decoupage,vernice protettiva lucida.
Questi materiali li potrete trovare al Centro Découpage di Pistoia in Via B. Cellini 19.
Le seguenti fasi sono molto facili, basta un poco di accortezza e di fantasia:
ritagliate o sfrangiate il decoro dal tovagliolo e posizionatelo creativamente sul retro del piatto in modo da vedere il dritto del tovagliolo sul davanti del piatto (discorso un po' contorto, in effetti..., valutate che in questo caso si lavora dietro l'oggetto), passate due mani di colla su ogni ritaglio (ricordatevelo per evitare antiestetiche tracimazioni di colore sul decoro a lavoro finito, quando, non potrete fare altro che sopportare la macchia deturpante o decidere per la soluzione finale che consiste nell'immersione del piatto in acqua calda e grattatura del lavoro pasticciato...), lasciate asciugare bene la colla e poi passate sui ritagli e su tutto il retro del piatto, il cracklé monocomponente con un pennello piatto asciutto (espediente fondamentale per la riuscita del lavoro, visto l'insofferenza di questo prodotto per l'umidità).
Dopo qualche ora il cracklé sarà asciugato (potete anche usare il phon, per accelerare l'asciugatura) e si potrà passare alla fase un poco più complicata, la stesura del colore.
Se usate la spugnetta, intingete nell'acrilico più volte e tamponate velocemente sul retro del piatto senza sovrapporre il colore.
Se usate il pennello ricordatevi di fare brevi pennellate, intingete di nuovo nell'acrilico e continuate senza tornare indietro e senza sovrapporre il colore.
A questo punto, se ogni cosa è stata fatto correttamente, nel giro di pochi secondi si formeranno magicamente delle screpolature più o meno grandi a seconda di quanto colore avrete usato, e l'effetto sarà davvero assicurato!
Nel caso in cui (aiuto!!) non si formeranno screpolature entro qualche minuto... mi dispiace per voi, ma l'effetto screpolato non accadrà proprio... (non disperatevi, avrete realizzato un'altra tecnica altrettanto carina, altrimenti c'è sempre l'acqua calda...).
Lasciate asciugare le crepe (se appaiono, continuano a fessurare per qualche altro minuto) molto bene e passate con il pennello due mani di colore oro sul retro del piatto.
Il colore metallizzato riempirà le fessure e si otterrà un'illusione ottica di "rottura" del tovagliolo (dovuta alla sua naturale trasparenza), dando un aspetto invecchiato e originale al vostro oggetto.

_________________________________

Per la rubrica L'angolo dei lettori presento oggi la foto di un lavoro di Elena, un'altra cara frequentatrice del Centro Découpage Pistoia. In essa potete osservare l'effetto ben riuscito e molto gradevole della tecnica a "cracklé" descritta nel post.
Brava Elena per la preziosa esecuzione!

(cliccare sull'immagine per ingrandirla)


Il seguito, sull'argomento cracklé, nel prossimo post....
Continuate a seguirmi!

Un saluto affettuoso,

Dayla

_________________________________________

Ricordo che il Centro Découpage Pistoia resterà aperto per tutta l'estate, quindi se avete bisogno di qualsiasi cosa, o se vorrete aderire ai corsi personalizzati, non avete che da visitarci a Pistoia, in via Cellini, 19, o scriverci via mail all'indirizzo daylaventuri@gmail.com, oppure telefonarci al numero 0573-53.30.10.

Sono già pronti gli inviti per il prossimo ciclo di corsi gratuiti che partirà il 5 settembre 2009 (e si concluderà a fine maggio 2010). Potrete passare al Centro a ritirarli (tutti i giorni, escluso la domenica).

Per ordini e prenotazioni online fate riferimento alla "Vetrina dei materiali" sulla colonna di destra (tenendo presente che l'inserimento del catalogo e dei prezzi è ancora in fase di allestimento e che molte pagine saranno completate nel tempo, quindi per ogni chiarimento rivolgetevi a noi via mail o via telefono).