CENTRO SHABBY, DÉCOUPAGE E ARTI DECORATIVE PISTOIA NEWS: - - - > ---> IMPORTANTE! PROSSIMI CORSI BASE e SPECIALISTICI DI SHABBY CHIC, RESTAURO, PATINE ANTICHE, DORATURA,TRASFERIMENTO IMMAGINE, E DECORAZIONE MOBILI, DÉCOUPAGE, PITTURA DECORATIVE PAINTING, SCRAP ART... A PREZZO PROMOZIONALE: Mercoledì 24 maggio 2017, Giovedì 25 maggio e Sabato 27 maggio 2017, Mercoledì 31 maggio 2017, Giovedì 1 giugno e Sabato 3 giugno 2017, dalle ore 16,30 alle ore 19,30 L'ARGOMENTO DEL CORSO E' SCELTO DAL CLIENTE (OPPURE ISPIRATO AI POST DEL BLOG) -. La prenotazione è obbligatoria. ---> PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI PASSATE AL CENTRO SHABBY, DÉCOUPAGE E ARTI DECORATIVE DI PISTOIA, via B. Cellini 19, O INVIATE UNA MAIL a centroshabbypistoia@gmail.com - - - > Sono ANCHE attivi i CORSI PER PROGETTI PERSONALIZZATI infrasettimanali su prenotazione per persona singola o per piccoli gruppi. Il tema dei corsi è a vostra scelta.

giovedì 26 giugno 2008

Decoupage pittorico su metallo (2ª e ultima fase)

Oggetto in metallo pronto per il dècoupage pittorico
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Ciao a tutti! Continuiamo, dal post precedente, il nostro lavoro di decorazione su metallo con il découpage pittorico facilitato. Per questa fase conclusiva ci occorrono:
tovaglioli in carta di riso con fiori o altro soggetto (in questo caso rose), colla per tovaglioli, colori acrilici avorio (per la base), bianco (per schiarire), marrone (per scurire), giallo (effetto luce) e, indicativamente, dei colori di tonalità simile al decoro scelto per facilitare la tecnica, in questo caso rosa, rosa scuro e verde, spugnette varie, medium ritardante, pennelli piatti morbidi, vernice trasparente. Tutto il materiale, insieme a un’infinità di colori, oggettistica, carte e tovaglioli da dècoupage, è disponibile presso il Centro decoupage-Mesticheria Venturi di Pistoia , Via Cellini 19.

Dunque, dopo aver pretrattato l’oggetto in metallo, occorre stendere due mani di acrilico avorio e successivamente incollare il tovagliolo in carta di riso come abbiamo gia visto nei post precedenti (vedi >>>qui), ricordatevi che questi passaggi sono gli stessi per qualsiasi materiale, una volta che vi abbiamo applicato la cementite o l’aggrappante.
In questa fase l’oggetto risulterà come nella foto in alto.
Procediamo ora alla fase più sfiziosa, la preparazione dei colori.
Consiglio ai meno esperti di iniziare dai colori più simili al tovagliolo scelto, in questo modo eviterete di “pasticciare” a casaccio senza trovare la tonalità giusta (e riducendo i colori ad una sorta di impasto informe…tipo: grigio topastro, giallo stanco, rosa anonimo… sigh!…).
Quindi, mettiamo i colori acrilici (rosa, rosa scuro e bianco) in un piattino insieme al medium ritardante e, mediante la spugna, passiamoli con tocchi leggeri in prossimità delle rose in carta di riso, sfumando il colore; si ripete poi la tecnica con i colori acrilici verde e bianco, sfumando tra i fiori e le foglie, come potete vedere nel video che segue:



Ricordatevi che, a seconda del colore del decoro scelto, dovrete scurire o schiarire l’acrilico per creare le ombreggiature e le zone di luce. Date poi uno sguardo d’insieme al vostro lavoro e ritoccate, se necessario, i colori con un pennellino e alla fine proteggete l’oggetto con la vernice trasparente.
Ed ecco il risultato:

découpage pittorico su metallo
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)

Il découpage pittorico si può fare a vari livelli, ma anche semplificando i passaggi si ottengono ottimi risultati. Se volete approfondire questa tecnica, vi aspetto tutti i giorni, esclusa la Domenica, al Centro Découpage-Mesticheria Venturi di Pistoia, Via Cellini, 19 dove vi farò vedere gratuitamente come il découpage pittorico possa valorizzare meravigliosamente la vostra creatività!

A presto!
Dayla

Dal prossimo post comincerò a trattare, in una rubrica apposita, tutti quei piccoli trucchi che faranno comodo sia alle principianti che a coloro che sono già esperte dell'arte del découpage.
Continuate a seguirmi e, se avete bisogno di consigli (o se vorrete darmene), usate pure i commenti o la mail che troverete nel profilo.
Importante!
Per la consultazione dei post precedenti usate l'archivio nella colonna di destra (cliccando sulla freccette nere per visionare tutti i titoli dei post di ogni mese), oppure aprite le etichette a tema immediatamente sotto l'archivio (per queste ultime, una volta aperto il tema che vi interessa, non vi fermate al primo post, ma scorrete fino a fondo pagina per leggere tutti gli articoli sull'argomento. Il numero degli articoli è indicato fra parentesi a fianco di ciascun tema).
Buona lettura!

Ho inserito un apposito archivio dei "Videopost" presenti nel sito.
Lo trovate immediatamente sotto la sezione dedicata alle Etichette.
Buona visione!

lunedì 16 giugno 2008

Découpage pittorico sul metallo (fase 1)

Come promesso, oggi vorrei introdurre la tecnica del découpage pittorico, argomento sempre molto richiesto durante i corsi che organizzo.
Ognuno di voi avrà un livello personale di sensibilità al colore da valorizzare (per questo ai >>>corsi affrontiamo sempre la teoria dei colori, insieme al dècoupage pittorico) e da esprimere attraverso la propria creatività: ebbene questa è la tecnica giusta per farlo!
Con il dècoupage pittorico si può decorare qualsiasi tipo di materiale anche se il metallo, per la scarsa porosità della sua superficie, è tra quelli più adatti; e dal metallo cominceremo! (per l’uso di altre tecniche su altri materiali cliccare le etichette qui sul lato destro - questo consiglio è ovviamnete diretto a coloro che giungono su questo sito per la prima volta)
Avete in programma di pulire la vostra soffitta o il vostro garage (non vi invidio per niente…)? Non è saltato fuori qualche oggetto di metallo (ferro, ottone, alluminio, silver, rame, acciaio…) ormai ossidato, annerito, opacizzato e pronto per il contenitore della raccolta differenziata? Ma c’è forse un pezzo della vostra storia legata a quell’oggetto arrugginito…e vi dispiace disfarvene anche se così com’è non è più utilizzabile…nessun problema, lo possiamo rimettere a nuovo in modo che resti con voi ancora a lungo!
Per prima cosa bisogna pulire bene il nostro oggetto di metallo e pre-trattarlo, ecco cosa ci serve per questa fase della lavorazione:

- carta abrasiva sottile (grana 360) e media (grana 100), alcool, salviette, antiruggine, acquaragia inodore, pennelli medi, pennello spugna, cementite aggrappante per metallo o fondo speciale acrilico, guanti usa e getta (il materiale è reperibile presso il Centro découpage di Pistoia, in via Cellini, 19, dove potete trovare anche oggettistica in metallo da decorare) .

Per oggetti in latta non verniciati in buone condizioni (o nuovi) basta che carteggiate con la carta vetrata di grana 360, con delicatezza per evitare graffi profondi, poi eliminate i residui della carteggiatura usando una salvietta imbevuta nell’alcool. A questo punto pre-trattate con la cementite aggrappante per metallo mediante il pennello spugna (piccolo trucco per avere una verniciatura omogenea e senza strisciate inestetiche) come potete vedere nel video:


Stesura della cementite aggrappante su metallo con il pennello spugna
(Cliccare sulla freccia per far partire il video)


Se invece l’oggetto ha parti in ferro arrugginite c’è da dedicargli più tempo (che non avete mai…lo so…ma cercate di ritagliarvelo un piccolo spazio temporale tutto per la vostra fantasia, insieme ai vostri amici o ai vostri familiari: non è solo tempo libero è anche tempo utile!), dovete togliere la ruggine più evidente, carteggiando bene con la carta vetrata grana 100 (indossate i guanti usa e getta per evitare l’effetto “grattugia” alle mani…), pulite con la salvietta imbevuta nell’acqua ragia inodore e poi passate l’antiruggine almeno dove si è formata la ruggine, fate asciugare bene e stendete due mani di fondo speciale acrilico (da usare anche su materiali difficili tipo l’ottone, il rame e l’acciaio per favorire l’adesione della vernice ) con il pennello spugna.
E ricordatevi che la fase del pre-trattamento è particolarmente importante per ottenere un buon risultato sul metallo.
Bene, nel prossimo post approfondiremo il dècoupage pittorico, l’uso del colore e delle sfumature, a presto!

Dayla

Importante!
Per la consultazione dei post precedenti usate l'archivio nella colonna di destra (cliccando sulla freccette nere per visionare tutti i titoli dei post di ogni mese), oppure aprite le etichette a tema immediatamente sotto l'archivio (per queste ultime, una volta aperto il tema che vi interessa, non vi fermate al primo post, ma scorrete fino a fondo pagina per leggere tutti gli articoli sull'argomento. Il numero degli articoli è indicato fra parentesi a fianco di ciascun tema).
Buona lettura!

Novità!
Ho inserito un apposito archivio dei "Videopost" presenti nel sito.
Lo trovate immediatamente sotto la sezione dedicata alle Etichette.
Buona visione!

martedì 10 giugno 2008

Tegole tridimensionali (3ª e ultima fase)

Salve! Come state? Avete provato a lavorare sulla tegola?
Bene, vediamo le fasi conclusive della tegola 3D e se avete qualche dubbio sui procedimenti basta che mi scriviate (colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che dedicano il loro tempo a leggere questi post, grazie davvero!).
Per questa fase ci occorre, oltre alla pasta 3D e la spatolina, la polvere di terracotta, una matassina di filo di ferro, pinzette e tronchesine, colla termofusibile o colla per metallo, pennarello oro 3D, aggrappante trasparente, acrilico bronzo, pennellini piatti, vernice trasparente lucida, nastro di raso colorato.
Il materiale è reperibile presso il centro découpage di Pistoia, via Cellini 19 dove vi potrò dare ulteriori consigli e farvi provare direttamente i prodotti. Terminiamo i decori tridimensionali (vedi ultimo post) mescolando un poco di polvere di terracotta alla pasta 3D, questo per rendere più realistico l’effetto coccio, poi con la spatolina adagiate la pasta sia sulla parte alta della tegola, (dove va lavorata dandole la forma di un tetto), sia (nel nostro caso) sul tovagliolo in carta di riso che raffigura il muro di mattoni, come potete vedere nel video:


Decorazione del tetto effetto coccio con la pasta 3D
(Cliccare sulla freccia per far partire il video)


Durante l’asciugatura della pasta (ci vogliono alcune ore), passate il pennarello 3D oro intorno ad alcuni particolari del tovagliolo per meglio evidenziarli. Mentre anche questo asciuga (…lo so che vorreste avere già finito per vedere il risultato…ma vi consiglio di avere pazienza e di trasformare la leggera snervatura in pensieri positivi, ok!…forza, esprimete creatività!) tagliate con il tronchesino alcuni pezzetti di filo di ferro e con le pinzette attorcigliatelo a spirale (ci servirà per decorare la porta e il balcone), passateci un velo di primer trasparente e, appena asciutto, “sporcateli” con l’acrilico bronzo. Lasciate asciugare e incollate i vostri decori in metallo con la colla termofusibile:

Applicazione dei decori 3D in metallo
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)


Stendete almeno due mani di vernice trasparente per proteggere il lavoro e passate nei fori della tegola il nastro di raso, che servirà anche per appenderla. Finalmente (pfiuu!…sospirone di sollievo…) la tegola è pronta!

La tegola ultimata
(Cliccare sull'immagine per ingrandirla)


Ci rivediamo nel prossimo post, dove vi introdurrò a una tecnica davvero fantastica, il dècoupage pittorico.
A presto!
Dayla

Importante!
Per la consultazione dei
post precedenti usate l'archivio nella colonna di destra (cliccando sulla freccette nere per visionare tutti i titoli dei post di ogni mese), oppure aprite le etichette a tema immediatamente sotto l'archivio (per queste ultime, una volta aperto il tema che vi interessa, non vi fermate al primo post, ma scorrete fino a fondo pagina per leggere tutti gli articoli sull'argomento. Il numero degli articoli è indicato fra parentesi a fianco di ciascun tema).

Buona lettura!

Novità!
Ho inserito un apposito archivio dei "Videopost" presenti nel sito.
Lo trovate immediatamente sotto la sezione dedicata alle Etichette.
Buona visione!

giovedì 5 giugno 2008

Tegole tridimensionali (Fase 2)

Ciao a tutti! Continuiamo la nostra decorazione sulla tegola tridimensionale, iniziata nell’ultimo post. Per questa fase ci occorre la pasta con granuli 3D, una spatolina piatta, colori acrilici: marrone, bianco, avorio, rosa, giallo, verde chiaro, verde scuro, rosso; piattini di plastica.
Tutto il materiale è reperibile presso il centro decoupage di Pistoia, via Cellini 19 dove potrete vedere dal vivo e in modo ancora più esauriente le varie fasi della decorazione. L’idea è quella di rendere tridimensionali sia alcuni particolari del tovagliolo in carta di riso applicato sulla tegola (a questo proposito potrà essere utile dare un'occhiata al video per imparare a incollare il tovagliolo), che di crearne di nuovi.
Per prima cosa prendete con la spatolina una piccola quantità di pasta con i granuli 3D e impastatela con qualche goccia di acrilico verde chiaro e avorio, poi stendete la pastella colorata sulla tegola (in questo caso sulla figura del balcone) lavorandola con la spatolina per darle la forma di foglioline, aggiungete l’acrilico verde scuro per variare il colore della miniatura.
Lasciate stabilizzare per pochi istanti il decoro verde e ripetete la tecnica, questa volta usando la pasta con l’acrilico rosa, dando piccoli tocchi a creare macchie di colore che sembrano fiori.

Creazione di un decoro 3D sulla tegola
[Cliccare sulla foto per ingrandirla]


Ricordatevi che la pasta asciuga in alcune ore, quindi evitate di toccarla durante l’asciugatura (naturalmente ve lo dico per esperienza…sic!…bisogna resistere alla tentazione o pasticcerete tutto il lavoro…).
Bene, adesso possiamo passare alla creazione di sfumature tridimensionali, lasciandoci guidare da quelle già presenti sul tovagliolo: basterà scurire (con l’acrilico marrone) e schiarire (con gli acrilici avorio, bianco e giallo) il colore della pasta 3D seguendo le tonalità del tovagliolo stesso, come potete vedere nel video sottostante.


Nel prossimo post terminerò la tegola con altri effetti 3D e già vi anticipo che l’argomento successivo sarà il découpage pittorico.
Ricordo inoltre a tutti che i corsi gratuiti del sabato sono terminati; riprenderanno dopo la pausa estiva, e precisamente il 6 settembre 2008.
Seguitemi, a presto!

Dayla

Importante!
Per la consultazione dei
post precedenti usate l'archivio nella colonna di destra (cliccando sulla freccette nere per visionare tutti i titoli dei post di ogni mese), oppure aprite le etichette a tema immediatamente sotto l'archivio (per queste ultime, una volta aperto il tema che vi interessa, non vi fermate al primo post, ma scorrete fino a fondo pagina per leggere tutti gli articoli sull'argomento. Il numero degli articoli è indicato fra parentesi a fianco di ciascun tema).

Buona lettura!

Novità!
Ho inserito un apposito archivio dei "Videopost" presenti nel sito.
Lo trovate immediatamente sotto la sezione dedicata alle Etichette.
A proposito, per un disguido tecnico i video inseriti nel sito non sono stati visionabili per qualche giorno. Ora è tutto a posto, sono nuovamente tutti disponibili. Buona visione!